mercoledì 18 febbraio 2015

Presentazione di GrAFT (Gruppo Assistenti Familiari Torino)



Il 4 Aprile 2009 si è costituito il “Gruppo Assistenti Familiari di Torino” (GrAFT).
L’iniziativa è  stata promossa dalle assistenti familiari che  hanno frequentato i corsi di formazione presso lo Sportello Lavoro dell’ASAI (Associazione di Animazione Interculturale) e l'associazione Almaterra.
L’obiettivo del GrAFT è quello di:
·        approfondire i problemi del lavoro di cura partendo dalle esperienze acquisite,
·        migliorare la professionalità con un confronto e aggiornamento continuo, 
·       concorrere a far uscire dall’anonimato e dall’invisibilità il lavoro di cura domiciliare mediante 
        l’aggregazione e la partecipazione delle donne che ne sono protagoniste.
Il gruppo da più di 4 anni programma regolari incontri mensili di formazione permanente e sostegno. Gli appuntamenti vogliono rappresentare un momento di dibattito e di riflessione sui problemi che può incontrare, sul piano pratico e psicologico, chi deve stare vicino agli anziani o ai disabili al fine di disporre di maggiori strumenti per affrontarli e poter fornire un vero sostegno nei momenti difficili producendo benessere sia per la persona da assistere sia per chi se ne occupa.
Riflettendo sul  significato del lavoro di cura il GrAFT  intende mettere in evidenza:
·        l’importanza  sociale del lavoro delle assistenti familiari nell’organizzazione della vita delle famiglie
         italiane, nodo fondamentale nella rete dei servizi di assistenza a domicilio.   
·        la necessità di un riconoscimento a livello istituzionale di questa professione che è sottovaluta
         socialmente,  economicamente e contrattualmente.
·       il riconoscimento della complessità del lavoro di cura che comporta la capacità di stare in relazione con
        la persona da assistere e con la sua famiglia, condividendone, con una presenza continuativa, le 
        difficoltà e le emozioni nella vita di ogni giorno.
·       la possibilità di valorizzare le competenze specifiche che le lavoratrici hanno sviluppato nell’assistenza e 
        la necessità di un contratto di lavoro flessibile ma equo per tutte le parti in causa: persona assistita, 
        famiglia e assistente familiare.  
·       intervenire per sostenere e valorizzare la professione di assistente familiare non solo nel campo della
        formazione ma anche nel campo dei diritti del lavoro e dei diritti alla conciliazione tra tempi di  lavoro e
        tempi di vita.
Gli incontri hanno luogo il primo sabato di ogni mese dalle ore 14,30  alle ore 17,30 presso lo “Sportello Lavoro” ASAI in via Principe Tommaso 4B.
Al  termine  thè e merenda.
La partecipazione è libera e gratuita. A fine anno è rilasciato un attestato di partecipazione per le ore del percorso formativo che sono state frequentate. I testi relativi agli argomenti di aggiornamento affrontati durante il 2014 sono raccolti in un opuscolo.